SEGUI LA PROCEDURA GUIDATA E VERIFICA I TUOI DIRITTI!

tasse_felicitaannozero_edited.jpg

IMPOSTE ALLA FONTE

 

L'imposta alla fonte che viene detratta direttamente dalla busta paga, è in realtà un imposta preventiva calcolata sommariamente sulla base di apposite tabelle. In molti casi, il contribuente ha diritto ad una restituzione parziale e talvolta addirittura totale di quanto detratto. La presente procedura vuole verificare i vostri diritti al rimborso segnatamente nell'ambito dell'ordinanza OPP3.

Tipo di permesso:

Imposte alla fonte: principi di base dell'impostizione:

La tassazione dei redditi percepiti all’estero e l'adeguamento da parte della Svizzera alle norme dell'OCSE e dell'UE dal 1 gennaio 2020, causa spesso confusione.

Si premette che il presente portale non fornisce consulenza fiscale, ma si occupa di questioni relative alla fiscalità solo ed esclusivamente nell'ambito dell'ordinanza OPP3, che per un analisi specifica della propria personale situazione fiscale, le informazioni fornite nel presente testo sono da considerarsi puramente informative e  non possono sostituire la consulenza personalizzata di un professionista.

 

Per prima cosa, bisogna distinguere chi è residente all’estero e chi è frontaliero e tra i frontalieri, quelli residenti nella fascia di confine e quelli oltre tale fascia, quelli considerati dalla Svizzera quali aventi diritto alla restituzione dell'imposta alla fonte nell'ambito dell'ordinanza OPP3 ed i non aventi tale diritto.

 

Sono considerati frontalieri i lavoratori che varcano il confine con la Svizzera per lavorare ma rientrano giornalmente a casa in Italia (vedremo piu' sotto le altre due suddivisioni). Si è considerati invece lavoratori all’estero se si lavora e si soggiorna nel paese estero, in questo caso la Svizzera, per più di 183 giorni l’anno.